un telecomando per trenini elettrici


Come semplificare la gestione di un grande plastico ferroviario

I modellisti che si occupano di plastici di trenini elettrici sono numerosi e questo hobby è da tempo molto in voga. Ultimamente ha avuto una impennata il numero delle persone appassionate di trenini elettrici. E' addirittura possibile trovare plastici ferroviari presso le Ferrovie dello stato , dove dipendenti appassionati nel dopolavoro ferroviario, continuano ad occuparsi di treni (in miniatura), questo, varie località d'Italia. Tra tutte queste, troviamo il famoso ma non unico, plastico di via Sacchi a Torino, nei pressi della stazione Porta Nuova.

Complessità e difficoltà crescono insieme

Tutti gli appassionati tendono a costruire plastici molto grandi e complessi, alcuni a dir poco meravigliosi, ma tutti devono scontrarsi con la difficoltà nella gestione degli stessi, che cresce insieme alle dimensioni del plastico. Normalmente vengono concentrati tutti i comandi per le velocità/direzioni dei treni, e per le posizioni degli scambi, su una unica console, ma questo limita non poco l'operatività del manovratore, a tal punto che sovente è costretto ad abbandonare la postazione, e spostarsi per vedere le zone più nascoste e lontane del plastico, ma questo può far nascere dei problemi, specie quando si sta per verificare una collisione tra due convogli, oppure un treno deve essere rallentato, per il passaggio in percorsi particolarmente complicati, che richiedono una bassa velocità.

Il Telecomando ad infrarossi ti semplifica la vita

Per dar fine alle problematiche di cui sopra, sono nati, dapprima il progetto REMOTINO NANO TRAIN, e subito di seguito il fratello maggiore REMOTONE MEGA TRAIN. Come si intuisce dal nome, questi progetti hanno come base le famosissime schede Arduino, in particolare il primo usa un Arduino NANO, ed il secondo, un Arduino MEGA, o meglio, Controllino MEGA, un PLC industriale con tutte le interfacce a 12 e 24volt, ed i Realis necessari, pronte all'uso al suo interno, e che è software compatibile al 100% con Arduino MEGA. Questa soluzione semplifica notevolmente la realizzazione del sistema più grande, sotto l'aspetto di cablaggi ed interfacce relais.

Una Console sul video del PC

A completare l'opera è disponibile una software per pc Microsoft Windows, che genera una Console in grado di mostrare sul video, lo stato di tutti gli scambi e le velocità impostate per i trenini, cosa che come si intuisce, avvene ad opera del nostro telecomando a raggi infrarossi. La connessione tra Remotino ed il PC console, è fatta con un semplice cavetto USB.

Il telecomando ad infrarossi

Cuore di tutto il progetto è il telecomando ad infrarossi, praticamente molto simile a quello che usiamo tutti i giorni per comandare il nostro televisore, ed anche in questa occasione, ci agevola non poco, in tutte le operazioni che dobbiamo fare continuamente, per la corretta gestione del plastico e dei trenini elettrici, insomma, quando ci trasformiamo in autentici capi stazione che orchestrano tutto il plastico. Non essendo più relegati a stare vicino alla console manuale, potremo muoverci liberamente, pur continuando ad avere tutti i comandi sottomano, compreso il tasto di emergenza, corrispondente al tasto di power on, che in un solo colpo ferma tutti i treni, ed evita possibili collisioni ai preziosissimi modelli, che sono poi un vero danno economico, visto anche il valore che hanno certi trenini. Il telecomando è un modello speciale, con una codifica speciale, costruito dalla Wallis telecomandi; questa codifica speciale ci evita di interferire e di essere interferiti da telecomandi per tv o altri oggetti commerciali. Tuttavia, volendo, può essere letto qualsiasi modello di telecomando, semplicemente riprogrammando la tabella del ricevitore, residente in Arduino, ed universalmente conosciuta come IRREMOTE.

I comandi disponibili sul telecomando

I comandi disponibili sul telecomando sono stati divisi un tre grandi gruppi: comandi di velocità/direzione, comandi di scambi e comandi ausiliari. Premendo il tasto "A" attiviamo i comandi di velocità/direzione. Poi selezioniamo il numero del tronco di binario (da 1 a 6 in Remotone Mega), e finalmente con le frecce alto/basso possiamo accelerare, decelerare, fermare e invertire il senso di marcia del convoglio. La tensione ai motori viene variata in PWM, a 1024 step, e questo consente partenze e fermate dolcissime, e molto realistiche. C'è anche il tasto TURBO, che quando premuto, da tutta la potenza disponibile per il solo tempo corrispondente a quello della pressione del tasto; serve per superare salite faticose per il convoglio. Premendo il tasto "B" attiviamo i comandi di scambi, fatto questo dobbiamo selezionare quale degli 8 scambi vogliamo comandare premendo il numero relativo, e quindi con le frecce destra/sinistra decidiamo la direzione in cui desideriamo di posizionare lo scambio. Il modulo CONTROLLINO MEGA dispone di 16 relais, che sono impiegati per comandare 8 scambi nelle loro due posizioni possibili. Premendo il tasto "C" attiviamo i comandi ausiliari, che sono utilizzabili per tutte le cose che hanno bisogno di essere azionate con un interruttore, tipo illuminazione di strade, di stazioni, passaggi a livello con barriere. Anche qui selezioniamo il numero e poi le frecce alto basso per spegnere o accendere. Anche qui troviamo sei uscite di CONTROLLINO MEGA già a 12v, pronte all'uso.

Impianti Analogici e impianti Digitali

Molti anni fa, alcune tra le case più note che fabbricavano trenini, come ad esempio Lima o Rivarossi, iniziarono la loro produzione con motori a corrente continua. Di seguito sono nati kit per rendere digitali questi impianti analogici, ma fare questo upgrade è piuttosto oneroso, sia economicamente che come lavoro, dovendo installare un circuito per digitalizzare ogni locomotore. Invece i sistemi Remotino o Remotone, consentono di aumentare le performances e l'usabilità di un plastico complesso, con un intervento minimale, sia in termini di tempo che in termini economici. Oltretutto è possibile collegare il tutto in parallelo alla console esistente, senza problemi di compatibilità, e continuare ad operare in entrambe le modalità.

Un progetto open source

Tutto il progetto Remotino, insieme a schemi, sorgenti software, lista materiali , ed il relativo software REMOTINO CONSOLE PC, sono disponibili open source sull'Arduino Project Hub, per chiunque voglia cimentarsi nell'autocostruzione dello stesso. Se invece qualcuno lo vuole pronto all'uso deve contattare l'ideatore del progetto, usando la pagina dei contatti del sito infrarossi.it , dove è anche reperibile il telecomando con codifica speciale descritto prima.



Cerca 


Categorie Articoli

Ultimi articoli

Model-Train-Remote-Control   APRI 

Telecomando-per-Trenini   APRI 

La-luna-ed-il-suo-influsso-in-agricoltura   APRI 

Come-rendere-tecnologico-il-tuo-ufficio   APRI 

4-imperdibili-castelli-della-Baviera   APRI 

Dove-acquistare-abbigliamento-risparmiando   APRI 

I-benefici-della-rinoplastica-per-chi-ha-il-setto-nasale-deviato   APRI 

5-suggerimenti-per-viaggiare-in-sicurezza   APRI 

Cinque-applicazioni-per-le-proprie-vacanze   APRI 

Mete-estive-italiane-7-localita-di-mare-per-famiglie   APRI 

Come-vedere-le-partite-sullo-smartphone   APRI 

vacanze-estive-2020-mascherina-e-assicurazione   APRI 

Alluvione-a-Siongiroi   APRI 

Appello-di-Padre-Cristopher   APRI 

Siongiroi-News   APRI 

Arduino-Ebook-e-docs   APRI 

Sito-responsive   APRI 

SaveCMS   APRI 

Professioni   APRI 

Vantaggi-di-avere-un-fabbro-nelle-vicinanze   APRI 

Coronavirus-crolla-il-turismo-crescita-nel-2023   APRI 

Scienza   APRI 

Guide   APRI 

Strumenti-Meteo   APRI 

Ambiente   APRI 

Energie-Rinnovabili   APRI 

Protezione-Civile   APRI